Narconon Falco - conoscere le dipendenze - crack

Intervista: l’abuso di crack

F: Ciao, sono Francesco, operatore del centro di riabilitazione da droghe e/o alcol, Narconon Falco. Voglio aiutare persone che hanno ora un problema di dipendenza e i loro familiari, facendo una serie di domande a chi ha avuto di questi problemi per far sì che si abbiano maggiori informazioni e per fare molta prevenzione per i più giovani.

Oggi vorrei approfondire l’argomento dell’abuso di crack, purtroppo molto diffuso, facendo qualche domanda ad Angela che l’ha utilizzata in passato per poi smettere definitivamente di assumere droghe grazie al programma Narconon.

Angela, che cos’è il crack?

A: Ciao Francesco, allora il crack in poche parole è cocaina cucinata, nel senso che la polvere viene mescolata di solito con bicarbonato o ammoniaca con l’aggiunta dell’acqua messo il tutto su una fonte di calore che viene poi trasformata in sostanza solida, così poi da poter fumare.

F: Ok e come viene utilizzata?

A: Solitamente con una bottiglia di plastica o con una pipa.

F: Quando hai iniziato ad assumerla?

A: La prima volta credo nel 2015 o 2016. Avevo poco più di 20 anni.

F: Quali sono gli effetti del crack?

A:  L’effetto del crack è molto immediato e ha una durata molto breve. Ti spinge a volerne sempre di più. Ti senti molto energico, euforico in modo sproporzionato, parli molto veloce e continuamente e questo è l’effetto visibile agli occhi degli altri. L’effetto che sai solo te a livello mentale è molta confusione, tantissimi pensieri insieme di tantissime cose, che poi neanche ricordi più dopo pochi secondi ed inizi a fare tante cose senza portarne a termine una. Poi c’è l’effetto negativo, che ti senti molto nervoso, irritato, stato d’ansia, paranoie e spesso ti fissi con qualcosa, tutto questo sempre in modo molto accentuato.

F: Qual’è stato l’episodio più brutto con il crack?

A: Quando fumavo, spesso capitava che iniziavo a cercare per terra se erano caduti pezzi di crack. Un giorno senza essermene resa conto avrò passato cosi tante ore a guardare e cercare che quando ho alzato lo sguardo per quasi un’ora non riuscivo più a vedere nulla, avevo la vista cosi annebbiata da non riuscire a mettere a fuoco nulla di quello che avevo attorno. L’altro episodio, invece, è stata una sera che avevo fumato così tanto da non accorgermi che ci stavo quasi per morire. Ricordo solamente di aver fatto un tiro ed erano intorno alle 2/3 di notte e mi sono risvegliata alle 5 del mattino distesa sul letto e mi chiedevo che cosa stessi facendo o cosa fosse successo.

F: La dipendenza da crack come si individua?

A: Si capisce già solo dai danni che si creano, è cosi forte la voglia di andare a fumare crack che fai di tutto. Dal rubare, al diventare aggressivo/violento per cose anche banali, si dimagrisce molto velocemente in poche settimane e quando sei in astinenza dormi per molte ore.

L’abuso di crack così come l’abuso di altre droghe è un problema serio e bisogna intervenire tempestivamente per aiutare le persone che sono cadute in questa ‘trappola’ ad uscirne.

Gli operatori del centro Narconon Falco sono disponibili a darti una consulenza immediata a riguardo.

Chiama subito:

Tel. 0984-964720

Cell. 335-8795226

La preghiamo di fornirci il suo numero di telefono se desidera essere contattato/a e ricevere una consulenza personalizzata, senza alcun impegno.
Puoi visualizzare l'intera informativa per la privacy a questa pagina.