Perché fa uso di droghe?

Domande e risposte

Perché una persona si droga?

La droga viene considerata “preziosa”, dalle persone che ne fanno uso, nella misura in cui produce alcuni “effetti desiderabili”.

I tossicodipendenti sono di solito turbati di qualcosa che li ha spinti verso la droga. Si è sentito parecchie volte dire che il motivo per cui una persona ha iniziato a fare uso di droghe è perché queste sono “buone” o “mi piace lo sballo che mi danno”.

Il motivo vero per cui una persona comincia a fare uso di droghe è sempre perché la persona non è stata capace o non ha voluto risolvere problemi o situazioni che le si erano presentate, da “cercare rifugio” nella droga,  per sfuggire la realtà che non stava più vivendo bene! Un individuo che abitualmente usa droga, la assume a causa di dolori, sensazioni o emozioni indesiderate. Costui vede la droga come una cura per tali sensazioni. Per capire perché una persona usa droga, ADESSO, è necessario capire cosa non andava PRIMA di usarla.

Una droga può essere presa per allontanarsi da un insopportabile presente o addirittura completamente fuori dal livello di coscienza. Se una persona sta usando droga per sfuggire a un dolore o a un disagio, quando l’effetto della droga comincia a svanire, i dolori si ripresentano in modo più pesante. Una delle risposte che una persona ha per far fronte a questo è prendere più droga. La compulsione deriva dal desiderio di liberarsi nuovamente dai dolori e dalle sensazioni indesiderate. La persona diventa sempre più “succube” e ha quindi bisogno di maggiori quantità di droga e di maggiore frequenza nell’uso.

Come ci si accorge che una persona ha iniziato ad usare droghe?

Sintomi dell'uso di droghe Narconon FalcoQuando una persona comincia a fare uso di droga, solitamente ha un comportamento che non dà adito a preoccupazioni nelle persone che gli sono vicine e che gli vogliono bene. Durante le prime settimane, è convinta che sia solo un’esperienza e che smetterà subito.
Man mano che la dipendenza comincia a fare parte della sua vita, la persona inizia ad avere sbalzi di umore e/o di comunicazione ben individuabili, in quanto non dà più importanza alla sua immagine, comincia ad avere lo sguardo perso, qualsiasi cosa succede o gli venga chiesta, non è importante per lui e comincia a tenere un atteggiamento di antagonismo nei confronti delle persone a lui care.

Deve difendersi, per non “farsi scoprire”. La persona che comincia a fare uso di droghe, sa che è sbagliato quello che sta facendo e non vuole che si venga a sapere. Per mantenere questo segreto, comincia a chiudersi sempre più in se stesso. Il suo mondo comincia a riempirsi di bugie: “l’unico modo” per far sì che nessuno sappia quello che sta accadendo nella sua esistenza. Comincia quindi ad abbandonare gli amici di sempre, prova sempre meno interesse nelle cose che ha sempre fatto e, piano piano, sarà sempre meno presente nell’ambito familiare: le scuse possono essere tantissime “sono stanco”, “dite sempre le solite cose che non mi interessano”, “sto attraversando un periodo in cui ho bisogno di stare solo”, “ho litigato con la ragazza”.

Se la persona frequenta la scuola, la sua applicazione verso lo studio diminuisce, comincia a saltare le lezioni, il profitto diventa scarso. I sintomi fisici di chi fa uso di droghe si manifestano in parecchi modi. Nella persona che fa uso di hashish o marijuana, in genere, ha  gli occhi arrossati e lucidi; ha sempre un sorriso “ebete” sulle labbra, è assente nei discorsi. Prova un immenso piacere per i dolci mentre l’appetito è scarso. Sarà molto isolato, immerso nei suoi “viaggi”. Una persona che fa uso di eroina, metadone, morfina, ha le pupille “a spillo”, con gli occhi molto lucidi. Una caratteristica di queste droghe è che la persona si gratta continuamente in varie parti del corpo. Tende ad addormentarsi ogni qualvolta si trova a leggere, a guardare la televisione o semplicemente quando sta facendo niente. Perde l’appetito e beve molti liquidi. Un altro sintomo, specialmente all’inizio della dipendenza di questa droga, è il vomito. Chi fa uso di eroina e morfina dimagrisce a vista d’occhio. Questo è dovuto principalmente alla droga che sta assumendo per la mancanza di appetito che provoca. La persona che usa metadone, in molti casi tenderà a gonfiarsi: questa è una caratteristica della droga chimica. La persona si gonfia, non ingrassa. Una persona che fa uso di cocaina o di anfetamina ha sbalzi di umore molto frequenti. Può passare da uno stato di iperattività e di euforia ad uno stato di abulia, in maniera così veloce da lasciare attonita la persona vicina a lui. I suoi occhi sono molto lucidi, e quasi spiritati. Parla in continuazione e in moltissimi casi ha le labbra e lingua molto pallidi. Muove la bocca in continuazione, come se stesse masticando anche se non ha nulla in bocca. I consumatori di queste droghe solitamente smettono di mangiare regolarmente; piluccano solo pochissimi cibi e non dormono la notte, salvo cadere in un sonno profondo dopo alcune notti passate insonni. Solitamente questo succede quando arriva il “down” (down: nel gergo del tossicodipendente,  è il momento in cui la droga smette il proprio effetto sulla persona, la persona ha un abbassamento fisico e psichico (astinenza), dovuto all’effetto che la droga ha causato su di lei).
La persona dimagrisce a vista d’occhio. Questo è dovuto principalmente alla droga assunta ed alla mancanza di appetito che questa provoca. Le persone che fanno uso di allucinogeni, solitamente fanno il “viaggio” in ambienti dove nessuno li può vedere. Questo perché solitamente il “viaggio” porta la persona fuori dal tempo presente in una dimensione che non è quella attuale, fatta di colori, suoni e movimenti indotti dalla droga assunta. Una persona in questo stato difficilmente percepisce quanto avviene attorno per cui non riuscirebbe a fare un discorso sensato con una persona normale. Le persone che fanno uso di queste droghe, tendono comunque a chiudersi molto in se stesse: la loro comunicazione si interrompe, non trovano più niente di interessante in ciò che li circonda, tendono a stare isolate o con altre persone che fanno uso dello stesso tipo di droga. Hanno lo sguardo perso nel nulla.

Quali sono i sintomi di chi usa droghe?

Una persona che fa uso di droga ha dei periodi di vuoto mentale.

Ha delle allucinazioni che lo portano lontano dal presente. Quindi un consumatore di droga che si trova in una posizione di responsabilità può avere un vuoto mentale, non capire una situazione pericolosa e non risolverla perché è “altrove”. Dare un “ordine” a una persona che fa uso di droga può essere poco piacevole perché potrebbe semplicemente starsene lì e continuare a fissarvi. Poiché chi si droga non sta percependo, almeno in una certa misura, gli stessi eventi che gli altri attorno a lei percepiscono, commette errori o si comporta in modo evidentemente illogico. Mentre fa qualcosa  può entrare in uno dei suoi momenti di vuoto mentale, pensare di essere altrove e tutto ad un tratto, fermarsi. Una persona che ha assunto droga abitualmente e per molto tempo, può sembrare “insensibile”.

Un consumatore abituale di droga o chi ha preso droga può avere amnesie, essere insensibile, stupido e senza emozioni.

Una persona che ha usato droghe allucinogene (LSD, PEYOTE, ECC.) in genere è dissociata; il che vuol dire che è separata da qualsiasi cosa stia facendo: qualunque cosa accada non ha niente a che fare con lei. Non si sente responsabile delle proprie azioni o di qualsiasi altra cosa. Non le importa niente, o molto poco delle conseguenze. Può essere perfida o irrazionalmente crudele. Le sue emozioni sono occluse, in maggior o minor misura. Queste condizioni possono perdurare anche molto tempo dopo avere assunto droghe.

Contattaci!
La preghiamo di fornirci il suo numero di telefono se desidera essere contattato/a e ricevere una consulenza personalizzata, senza alcun impegno.
Puoi visualizzare l'intera informativa per la policy a questa pagina: http://www.narcononfalco.it/informativa-in-materia-di-protezione-dei-dati-personali/